ISMA 15 conferenza: viaggio Leonardo con l'adozione di metriche del software

ISMA 15 conferenza: viaggio Leonardo con l'adozione di metriche del software

Carlo Capeccia, e Alberto Leardi (Leonardo S.p.A.)

 

Argomenti principali:

  • Pertinenza di misurare aspetti non funzionali in uno specifico settore industriale (Difesa)
  • Come la misura è fatta ex-ante ed ex-post
  • Come ciò è infine legato al dimensionamento del software e di bilancio
  • Come l'intera iniziativa di misura sta beneficiando del Software Engineering di Leonardo
  • Prossimi passi

 

Benefici per i partecipanti:

  • implicazioni organizzative, quando la diffusione di una cultura metriche
  • Impatti e pensieri interessanti quando si parla di sviluppatori
  • I pensieri e modi di coinvolgere la gestione sul rischio del software e dimensionamento

 

Astratto:

Uno dei principali operatori a livello mondiale di difesa parleremo di un situazione di partenza in cui il dimensionamento del software è stata gestita utilizzando diversi strumenti per il budget e la stima scopo, quali linee di codice conteggio, requisiti, difetti, eccetera. strumenti di scansione del codice sono stati utilizzati anche, ma questi sono stati consegnando violazioni, non metriche, o, quando hanno fatto, queste metriche non erano sempre raccolti e trasformati in valore a livelli superiori. Limiti di questo approccio sono evidenti, ancora di più se si considera che Leonardo si concentra anche sulla non-funzionali (affidabilità, prestazione) eccellenza.

Una volta che la decisione è stata presa per intraprendere un viaggio di adozione metriche: Automatizzata approccio Function Point è molto interessante per accoppiarsi con altre misure (cioè. qualità), per dare massa alle metriche per quanto riguarda lo sviluppo, manutenzione ed evoluzioni costo.

L'adozione di un quadro metriche, comprendente le stesse misure di rischio tempo e dimensionamento, sarebbe stato impossibile senza automazione: costo misurazione fatta Leonardo optare per una soluzione automatizzata come l'unica opzione praticabile. Il cammino verso una più ampia adozione che sarà condiviso è quello di iniziare lento, lavorare attraverso l'aspetto culturale con un team pilota di notevole, poi diffondere processi con consumi metriche sia sul lato degli sviluppatori e sul lato della gestione.


Circa gli altoparlanti:


Carlo Capeccia è la capacità industriale del Software Engineering Technology per Terreni & Difesa navale Divisione Elettronica di Leonardo società. Carlo si è laureato presso l'Università di Roma La Sapienza, come Corso di laurea in Scienze Matematiche, indirizzo di Analisi numerica in 1988. trascorse 20 anni della sua carriera lavorando in Ingegneria del Software in tempo reale e Mission Critical applicazione come un Software Developer, Team Leader e Project Manager per Leonardo a dominio Difesa. In capacità effettiva, Carlo è anche responsabile per raccogliere le metriche, dati storici e KPI sul progetto per la sua organizzazione, e le stime e il monitoraggio dei progetti di sostegno sulla base di valutazioni, analisi e dati storici. Si facilita anche progetto di benchmarking ed esegue l'analisi dei dati utilizzando metriche di progetto.



Alberto Leardi lavora a l'Unità capacità industriale di Software Engineering Technology per Terreni & Difesa navale Divisione Elettronica di Leonardo società. Alberto è laureato presso l'Università di Napoli Federico II come primo livello in Ingegneria Elettronica nel 1991. trascorse 25 anni della sua carriera lavorando in Ingegneria del Software per il comando e il controllo delle applicazioni come un Software Developer, Team Leader e Project Manager per Leonardo nel traffico aereo dominio di controllo. In capacità effettiva, Alberto si occupa di processi, metodologie e strumenti ed è attualmente responsabile per la gestione e l'amministrazione di tutta la catena divisionale strumento software engineering per sostenere le linee di sviluppo software nelle varie fasi del ciclo di vita.